Parole chiave per il posizionamento nei motori di ricerca

By Mirko Galassi | Seo

Mar 29
Parole chiave per il posizionamento nei motori di ricerca

Quando gli utenti effettuano una ricerca in rete inseriscono una parola o un composto di parole associati a un particolare pensiero o bisogno.

Il motore di ricerca restituisce loro migliaia di risultati pertinenti alla richiesta, pagine web in grado di soddisfare il bisogno che li ha spinti a interrogare la rete.

La maggior parte degli utenti non spreca tempo ed energia per trovare quello che sta cercando tra le pagine in coda e si concentra solo sui primi risultati visualizzati sui motori di ricerca.

È chiaro che quest’approccio dilagante sottolinea tutta l’importanza di godere di buon posizionamento su Google e gli altri motori di ricerca.

Se vuoi vendere e guadagnare con il tuo sito o il tuo blog devi concentrarti sullo studio delle parole chiave che gli utenti interessati potrebbero utilizzare per trovarti, intercettare un traffico qualificato e sbaragliare la concorrenza.

Come scegliere una parola chiave

Il successo del tuo business dipende da quanto riuscirai a raggiungere il traffico qualificato ovvero gli utenti interessati che arrivano a te dopo una semplice ricerca sui motori di ricerca.

La scelta delle keyword pertinenti e rilevanti per il tuo core business può determinare il successo o l’insuccesso della tua attività.

Ma qual è lo scopo del tuo business? Devi sapere come inquadrare il tuo obiettivo tra quelli possibili in rete, altrimenti rischi di vanificare ogni sforzo:

  • E-commerce – La vendita di prodotti avviene attraverso chiavi specifiche come nome articolo o marca prodotto.
  • Lead generation – Le liste di possibili clienti interessati ai prodotti o servizi offerti possono essere originati dalla scelta di parole chiave più generiche.
  • Gestori di Contenuti – La generazione di contenuti originali e completi si trasforma in una forma di guadagno grazie ai click sui banner e altri annunci a pagamento che l’utente visita quando gravita sul sito.
  • Supporto Online – L’obiettivo è quello di migliorare la customer experience dei propri clienti per aumentare le possibilità di acquisto.
  • Branding – Si mira a rafforzare nella mente dei potenziali acquirenti l’identità e l’immagine legate a determinati prodotti o brand.

La determinazione del focus della tua attività ti permetterà di sviluppare meglio la ricerca delle parole chiave e ottenere un ottimo posizionamento su Google.

Come procedere

Il primo passo per stilare e valutare un bouquet di chiavi pertinenti è quello di affidarti a uno dei principali strumenti per la ricerca delle keyword: SEOzoom, SEMrush o Google keyword planner.

I tre tool, nonostante grafiche e schermate differenti, lavorano quasi allo stesso modo: forniscono, dietro un input di partenza, una lista di parole chiave basata su grado di difficoltà, traffico mensile medio, numero pagine indicizzate e trend delle ricerche effettuate dagli utenti.

I risultati della tua ricerca possono essere esportati e inseriti in un foglio Excel per permetterti di eliminare le colonne non necessarie allo scopo e scremare le parole chiave più adatte al tuo scopo.

Non si tratta solo di ricercare le keyword appropriate per posizionarsi su Google, ma di scegliere le chiavi in virtù di particolari caratteristiche:

  • Frequenza di ricerca stimata, il numero di ricerche effettuate con la tua chiave.
  • Concorrenza, il numero di competitor già posizionati per la tua keyword.
  • Tail della parola chiave, la composizione della keyword (più lunga e articolata sarà la chiave e più accresce la possibilità di primeggiare su Google).
  • Diluizione, il numero delle tematiche legate alla tua parola chiave.
  • Rilevanza, il grado di importanza della keyword rispetto al tuo business.

Oltre a tali parametri, il lavoro di classificazione delle parole chiave deve strizzare l’occhio al processo che conduce un normale utente a caccia di informazioni, prodotti o servizi ad agire e a trasformarsi in cliente.

In sostanza per aumentare le probabilità di azione devi  classificare le tue keyword in base al tipo di chiavi che i tuoi potenziali clienti potrebbero utilizzare nelle loro ricerche e collocarle nei vari step del processo che lo porta dalla semplice ricerca all’azione.

Puoi aiutarti seguendo il modello A.I.D.A., uno schema che nel Marketing riassume questo concetto in quattro step:

  • Attenzione  Il pool di annunci, contenuti e messaggi che tentano di influenzare l’utente interessato. Le chiavi relative a questo step sono di tipo informazionale e poco specifiche (es. “informazioni su” o “vantaggi”).
  • Interesse – Si tratta della piccola percentuale che è riuscita a far breccia nell’utente. Le chiavi collegate a questo step sono di tipo navigazionale di coda media che scendono più nel dettaglio del prodotto o servizio (es. “brand” o “caratteristiche”).
  • Desiderio  È il momento in cui l’utente si identifica con la situazione descritta e inizia a desiderare. Le chiavi legate a questo step sono di tipo commerciale a coda lunga e tentano di creare una connessione con l’utente che è a un passo dall’azione (es. “offerte” o “opinioni”).
  • Azione – La fase finale del messaggio deve condurre all’azione. Le chiavi relative a questo step sono di tipo transazionale perché devono spingere all’azione (es. “preventivi” o “saldi”).

La ricerca e la classificazione delle parole chiave ti aiuta a sviluppare contenuti esaustivi per l’utente ed efficaci per primeggiare sui tuoi competitor, conquistando un ottimo posizionamento su Google.

Vuoi entrare in dettaglio di tutti gli argomenti trattati in questo articolo? Leggi la guida seo per posizionarsi su Google.

About the Author

Web Specialist e Business Developer Laureato nel 2003 al primo corso di Laurea sull’Information Technology in Italia, seguo, vivo e lavoro con passione nei campi del web marketing, web design e web development. Metto le mie conoscenze e le mie capacità al servizio di aziende italiane e straniere cercando di sviluppare non solo l’apparato tecnologico ma anche la rete commerciale e di marketing per aiutarle a vendere di più e con più semplicità.

Marketing Automatico

Moltiplica leads, clienti e profitti!

Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere la guida gratuita.